domenica 11 novembre 2012

Lavoro per italiani a Istanbul e in Turchia: come trovarlo

Se il vostro sogno è partire e trovare lavoro in Turchia - magari a Istanbul, Izmir o Ankara - leggete prima queste poche righe. Probabilmente siete finiti qui per cercare informazioni, suggerimenti, consigli pratici da chi l'ha già fatto (gli annunci di lavoro sono alla fine dell'articolo...), e non avete idea di come potreste cominciare. Le domande vi affollano la mente: a chi posso inviare il mio curriculum? Come posso trovare un alloggio? Che lavoro potrei fare per cominciare? Devo saper parlare il turco? Come posso sfruttare la mia madrelingua per essere competitivo in questo mercato del lavoro?

LAVORARE ALL'ESTERO. Tirando le somme, la maggior parte dei consigli che valgono per Istanbul valgono in generale per qualsiasi altro paese: trasferirsi all'estero richiede delle procedure standard per l'inserimento nel nuovo Stato (visto, permesso di lavoro, imparare una lingua straniera), un certo spirito di adattamento, amore per la diversità, un minimo di pazienza, flessibilità. Tuttavia ogni città ha le sue caratteristiche e naturalmente vivere e trovare lavoro a Londra è un'esperienza completamente diversa dal corrispondente a Istanbul.

VIVERE E LAVORARE IN UN PAESE MUSULMANO. Innanzitutto, bisogna considerare le differenze culturali: Istanbul è in Turchia, e perciò, per quanto occidentalizzata, è sempre all'interno di un paese musulmano. Il 98% degli abitanti è di fede islamica, chi praticante e chi no, d'accordo, ma pur sempre islamico. La legge garantisce la libertà di professare la propria fede, di vestirsi a proprio piacimento (nei limiti della decenza), di bere alcolici (ne vendono) e mangiare maiale (non lo troverete mai), e questo permette agli stranieri che vivono a Istanbul di mantenere le proprie usanze, festeggiare il Natale e brindare al prosciutto che non c'è. Insomma, la primavera araba è lontana, se non siete militanti politici all'opposizione potrete dormire sogni tranquilli. Che sia un paese in crescita e stia vivendo adesso il boom economico, si vede. La povertà non è stata ancora debellata e la sperequazione sociale è piuttosto elevata. C' è ancora un tasso significativo di analfabetizzazione (l'88,7% della popolazione turca è alfabetizzata, mentre in Italia il 98,9%) e chi si è trasferito a Istanbul dalle campagne non è molto aperto mentalmente nei confronti del mondo esterno. Per fortuna la città fa da maestra, e insegna molto in fretta a vivere nel meltin pot più variegato. L'aspetto peggiore di Istanbul, dal mio punto di vista è il traffico. Quello sì che è difficile da digerire. Se ne uscite vivi e senza investire niente e nessuno, raccontate pure la vostra esperienza di guida su questo blog, sarà divertente (ripeto, se ne uscite vivi). Tornando ai quesiti suddetti, a quale tipo di impiego potremmo ambire noi italiani, se non sappiamo (ancora) parlare in turco?

Lavoro per italiani a Istanbul: cosa offre il mercato?

Da quelle poche opportunità disponibili non si scappa. Sebbene Istanbul sia una città popolosa e piena di vita, il lavoro per italiani non fiocca come la neve a Livigno. E i settori principali sono sempre quelli. Un italiano madrelingua viene richiesto nei Call Center che hanno a che fare con clienti italiani o che a loro volta hanno clienti in Italia, nelle scuole che insegnano italiano, private o pubbliche (nel sito potete trovare la lista), come pizzaiolo o chef, se qualificato in questo settore. O, ancora, come insegnante privato della lingua italiana e infine, come traduttore. In quest'ultimo caso è necessario conoscere anche il turco, per capire cosa significa il testo che si andrà a convertire. Altre opportunità sono presenti, ma rare, all'interno di aziende italiane che delocalizzano in Turchia, o vicevera, in aziende turche che propongono i loro servizi in Italia. Per quanto riguarda le aziende italiane, però, impiegano per le nuove sedi generalmente personale del luogo, mentre il personale italiano preferiscono mobilitarlo dalle sedi in Patria.
(Vedi anche: Come ottenere il permesso di lavoro per la Turchia).

Conoscere altri italiani (o turchi) aiuta

Aiuta a trovare lavoro ma non solo. Aiuta a capire come funziona la società turca, a come approcciare le persone, a capire quello che il datore di lavoro si aspetta da noi. Conoscere qualcuno aiuta a trovare lavoro e casa nei quartieri "giusti", dove magari le abitanzioni sono più nuove, i servizi non mancano e i mezzi portano agevolmente al Bosforo, oppure, a seconda delle esigenze, i prezzi non sono troppo elevati. I quartieri di Istanbul sono molto diversi tra loro, se siamo un po' schizzinosi non ci piacerà vivere in certe zone e avremmo bisogno di indicazioni da qualche autoctono. Sulla pericolosità di alcuni quartieri ci sarebbe da discutere a lungo: c'è chi si sente a casa anche nelle baraccopoli di Dolapdere (una della zona più integraliste perché abitata dagli emigrati dell'Est Turchia, zingari e musulmani di altri paesi) e chi consiglia alle straniere di evitare la minigonna, se non altro per non attirare gli sguardi di chi non è abituato a vederle così spesso (vedi anche il post: Istanbul è pericolosa?). Comunque Istanbul ha un tasso di criminalità significativamente basso, è considerata una città sicura sotto diversi punti di vista. I turchi, anche i musulmani praticanti, convivono con gli stranieri in perfetta armonia. Per quanto riguarda la filosofia del lavoro, ci sono alcune precisazioni da fare, ma niente di grave: in Turchia si lavora di più. Non siamo in Giappone ma nemmeno in Italia; c'è un'etica dell'impegno piuttosto lontana dalla nostra (sebbene ultimamente la crisi ci abbia messo la palla al piede e il giogo intorno al collo). Spesso si lavora fuori orario, e raramente vengono pagati gli straordinari. La Turchia vanta un tasso di produttività molto elevato, pertanto vi consiglio di adeguarvi. Infine, alcuni uffici sono aperti anche il sabato mattina, fino a mezzogiorno.

[Post in corso di aggiornamento]

Ecco una lista di annunci di lavoro per italiani a Istanbul, scritti in inglese:




Ed ecco invece una lista di annunci di lavoro per italiani a Istanbul pubblicati in turco:




Vedi anche: Annunci di lavoro per italiani ad Ankara
Vedi anche: Annunci di lavoro per italiani a Izmir (Smirne)
Vedi anche: Offerte di lavoro per italiani a Trabzon (Trebisonda)

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro per FREE LANCE