venerdì 8 marzo 2013

Dinastia Ottomana: dove sono finiti gli eredi?

Mahmud Francis Namık Efendi
Tutti noi sappiamo che la Repubblica di Turchia è stata istituita da Ataturk nel secolo scorso, dopo aver detronizzato la dinastia Ottomana. Ma che fine ha fatto la famiglia reale, qualcuno se l'è mai chiesto? Una delle attrazioni turistiche principali di Istanbul è il Topkapı Sarayı, il Palazzo del Sultano. All'interno di quelle mura la famiglia reale ha vissuto fino al 1922, quando il Sultano Mehmet Vahdeddin VI (Maometto VI) fu esiliato e dovette abbandonare Istanbul e la Turchia con una nave inglese diretta a Malta.
Il processo di modernizzazione della Turchia fu per molti versi provvidenziale; tuttavia questa non è la sede per giudizi di valore sull'operato storico di Ataturk. Piuttosto, facendo una breve ricerca potremmo soddisfare la nostra curiosità scoprendo cosa rimane degli Ottomani e della loro dinastia. Perché un regno può scomparire, le tradizioni possono cambiare e uno scettro può passare di testa in testa, ma la memoria non muore così facilmente.

Fatih, "Il Conquistatore"
Breve storia della Dinastia Ottomana. La Dinastia Ottomana ha inizio nel XIII secolo con Osman I, da cui proviene il toponimo "ottomano". Uno dei sovrani più famosi è certamente Maometto II (Fatih Sultan Mehmet), colui che nel 1453 conquistò Costantinopoli (Istanbul) trasformando l'Impero Bizantino nell'embrione dell'Impero Ottomano. Dal 1517 al 1924 tutti i Sultani della dinastia ottomana si fregiarono del titolo di "Califfo del mondo islamico", titolo che fu negato loro negli anni '20 del Novecento con la trasformazione della Turchia in una Repubblica.

L'Impero Ottomano. Il momento di massima espansione dell'Impero Ottomano corrisponde al regno di Solimano il Magnifico. Di lui restano a Istanbul numerose tracce, come la celebre Moschea omonima e il Mausoleo dov'è sepolto. A quel tempo il territorio parte dell'impero si estendeva a ovest fino al Marocco, a Nord fino alla Romania e ai Balcani, a est fino al Mar Caspio e a sud lungo le coste della penisola araba. L'Impero Ottomano cominciò a perdere il controllo sui suoi territori dal Seicento, sebbene gli smembramenti più significativi siano avvenuti solo nel XIX secolo. All'inizio del Novecento i territori effettivamente controllati dal Sultano era circoscritti alla Turchia, al Medio Oriente e all'Iraq.

Ultimo Sultano della Turchia
L'ultimo Sultano. Dopo la Prima Guerra Mondiale all'Impero fu dato il colpo di grazia. Il Sultano si alleò con il fronte dei perdenti, conquistandosi il disappunto del popolo. Nel '22 il generale Mustafa Kemal Atatürk riuscì a cacciare il Sultano Mehmet Vahdettin, istituendo la democrazia e autoeleggendosi (!) Presidente della Repubblica Turca. Ma che ne fu del Sultano deposto? Egli - che in realtà aveva regnato solamente dal 1918 al 1922 - dovette lasciare Istanbul: fu esiliato a Malta. Era il fratello minore del predecessore, il sultano Mehmet V Reshid Effendi, che regnò dal 1909 fino alla sua morte nel 1918. Quando fu cacciato dalla Turchia, Mehmet Vahdettin aveva 61 anni; morì di crepacuore (così si dice) quattro anni dopo a Sanremo, a Villa delle Magnolie.


La vita del Sultano. La vita del Sultano non era così bella come può sembrare. Fino all'età di 30 anni Mehmet V Reshid Effendi fu tenuto segregato all'interno del palazzo reale e costretto a vivere per 9 anni in perfetta solitudine. Studiò poesia e letteratura e a nove anni fu circonciso. A decidere le sorti del regno erano i consiglieri, i Pascià. Mehmet V Reshid si sposò ed ebbe due figli: Mehmet Ziyaeddin e Omer Hilmi, morti rispettivamente nel 1931 e nel 1935.

L'ultimo sultano Mehmet Vahdettin ebbe invece quattro figli: Mehmet Ertuğrul Efendi, unico figlio maschio morto a soli 32 anni, e tre femmine, Fenire Sultan, Fatma Ulviye Sultan e Rukiye Sabiha Sultan, queste ultime due decedute negli anni '70.

Ecco la dinastia ottomana dagli albori ai giorni nostri. In neretto, i nomi dei regnanti:


Ultimi ottomani: Principe Lysander Cengiz, Principessa Tatyana Aliye, Principe Maximilian Ali, Principe Ferdinand Ziya, Principe Cosmo Tarik


Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro per FREE LANCE