martedì 21 maggio 2013

Come cercare/trovare casa a Istanbul

Pronti a sbarcare nella città più bella del m... ops, della Turchia? La prima cosa da fare quando si cambia paese è cercare un alloggio. Alcuni troveranno casa già dall'Italia, grazie all'appoggio di qualche amico o a una semplice ricerca preventiva; altri si accontenteranno di un alloggio di fortuna per la prima settimana, in attesa di beccare l'occasione giusta. Dove cercare casa a Istanbul?


Il primo assioma da imparare a memoria è "Istanbul non è una semplice città": è una metropoli. Ciò significa che il suo territorio amministrativo contiene circa 12 volte gli abitanti della Sardegna, senza contare turisti, immigrati e pendolari. Non ha nulla a che vedere con i nostri maggiori centri urbani; nemmeno con Roma, con cui però condivide diversi problemi, primi tra tutti il traffico.

Per prima cosa sarà bene aver chiaro il proprio riferimento quotidiano, università o luogo di lavoro che sia. Si trova nella parte asiatica o europea? E quali sono i mezzi per raggiungerlo? (Cliccare sulla cartina per ingrandirla e scaricarla)

Metro e tram a Istanbul - Mappa

Non è vero che si sia costretti sistematicamente a vivere nello stesso "lato" in cui si lavora: le due sponde di Istanbul sono collegate attraverso una efficiente rete di traghetti, che da Kadıköy, Üsküdar e dalle Adalar (le Isole dei Principi) conducono a Eminönü, Karaköy, Kabataş, Beşiktaş.

Traghetti a Istanbul.

Il problema sorge quando si lavora o si studia lontano dal Bosforo: in quel caso può essere una buona idea avere casa nella stessa sponda, considerando che il viaggio in traghetto dura circa venti minuti, salita e discesa compresi. Nella parte europea una delle zone meglio collegate (metro, tunnel, funicolare, tram, dolmuş, autobus e navetta per aeroporto) è quella di Taksim: vivere in quella zona di Beyoğlu consente anche di avere a portata di mano una vasta gamma di soluzioni per il divertimento serale.

Beyoğlu Istanbul

Cihangir si vive bene: quartiere multinazionale, salite e discese, bei panorami e Taksim dietro l'angolo. I palazzi sono generalmente vecchi ma in buono stato, mentre prezzi sono piuttosto alti. Diversi i quartieri meritevoli vicino al Bosforo e ai traghetti, come Ortaköy e Bebek; gli abitanti appartengono a un target piuttosto elevato, dunque anche i prezzi si adeguano. Si sconsiglia di cercare casa in quartieri europei come Levent e Mecidiyeköy  (Şişli), popolati da grattacieli ma lontani dal fascino antico della Istanbul che conosciamo (opinione personale); invece Nişantaşı (sempre Şişli) è un bel quartiere, a cui manca solo il lungomare. È collegato a Taksim dalla metro di Osman Bay, e non è troppo distante dal porto di Kabataş. Salite e discese a parte, anche Kabataş è un quartiere gradevole, vicino a tutti i punti di riferimento principali dell'Europa. In quella zona non ci sono tuttavia aree verdi dove passeggiare, rilassarsi o fare jogging.


Passando al lato asiatico, un quartiere vivamente consigliabile - sia che si lavori nel lato asiatico che in quello europeo - è Kadikoy. La parte vicino al porto (Moda) è quella meglio collegata: navette per l'aeroporto, metro, traghetti, autobus, dolmuş e minibus. Il litorale è costituito da un'unica area verde dotata di parchi giochi per bambini, palestre all'aperto, sale da tè panoramiche e piste ciclabili. Nonostante sia una zona ben collegata e dotata di tutti i servizi, qui i prezzi sono leggermente più bassi rispetto a quartieri "europei" come Ortaköy e Taksim. Più avanti si incontra il bel quartiere di Kalamış - dove i prezzi salgono - e Bostancı. Sono luoghi splendidi dove vivere, puliti, tranquilli e impreziositi da aree verdi e parchi. L'unico inconveniente è che ci si trova lontano dai traghetti per l'Europa (quelli di Kadikoy), e per raggiungerli occorre prendere un dolmuş.

Anche Üsküdar è ben collegato, grazie a metro, traghetto, minibus e autobus; tuttavia è un quartiere dove non ha attecchito come in altre zone di Istanbul la vita notturna a cui siamo abituati noi "occidentali" (discoteche, locali dove servono alcolici). Vi si trovano innumerevoli moschee di notevole importanza storica, bei palazzi e molta meno diversità culturale rispetto ad altri quartieri. Ovvero, ci sono meno stranieri rispetto a Beyoğlu e Kadikoy. Tuttavia, si trova molto vicino a quest'ultimo e raggiungibile attraverso autobus, dolmuş e minibus.

Dove cercare casa a IstanbulIn questo sito, nella sezione "Emlak", ovvero "Immobiliare".
Altri siti:

EvAriyorum
Hurriyet Emlak

Post in corso di aggiornamento

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro per FREE LANCE