giovedì 11 luglio 2013

Investimenti esteri in Turchia: calati nel 2013

Durante il primo quadrimestre del 2013 la Turchia ha registrato un calo degli investimenti esteri. Rispetto allo stesso periodo del 2012, si rileva una variazione negativa del 37,5%, corrispondente in valore assoluto a 3.143 miliardi di dollari, contro i 5.031 dell'anno scorso. A crescere sono invece gli investimenti esteri nel settore immobiliare, che vanno dai 763 milioni di dollari del 2012 ai 919 milioni di dollari di quest'anno (+ 20,4%).

Con 322 milioni di dollari, i Paesi Bassi detengono la quota maggiore degli investimenti in Turchia; seguono la Germania, con 221, l'Austria, con 194, gli Stati Uniti, con 143 e la Francia con 105.

Anche gli investimenti esteri in Turchia provenienti dall'Italia hanno subito un calo: se nel 2012 ammontavano a 99 milioni di dollari, nel primo quadrimestre del 2013 sono scesi a 84, contraendosi del 15,2%. Allo stato attuale le imprese italiane sono 1.024, pari al 3% delle imprese estere; nove sono nate ad aprile di quest'anno. In totale le aziende estere operanti in Turchia sono 33.838. Buona parte è rappresentata da realtà imprenditoriali tedesche (5.320).

Il 58,8% di queste aziende ha sede a Istanbul (19.890); seguono Antalya, Ankara, Izmir, Mugla e Bursa.

Fonte: Ambasciata italiana ad Ankara

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro per FREE LANCE