lunedì 5 novembre 2012

Valle di Göreme: restaurata la Chiesa di Tokali

I meravigliosi affreschi custoditi nelle Chiese rupestri di Tokali e Sehitler son stati restaurati da un gruppo di esperti italiani. La Basilica di Tokali, uno gioielli che testimoniano la dominazione bizantina, è il luogo di culto più ampio di tutta la Valle di Göreme. I suoi affreschi sono da sempre uno dei simboli del proto-cristianesimo nel mondo.

L'intera zona della Cappadocia, che ospita straordinarie bellezze storiche e naturali, è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1985. La Valle di Göreme in particolare ospita alcune delle Chiese più antiche del mondo. Le meravigliose testimonianze storiche scavate nella roccia di tufo calcareo si sono conservate fino ai giorni nostri, malgrado le intemperie, l'azione del tempo e il passaggio di consegne tra i popoli che si sono succeduti in Cappadocia nei secoli.

La chiesa di Tokali è stata restaurata da un team guidato da Maria Andalora, docente della Facoltà di Restauro e Conservazione dell'Università della Tuscia di Viterbo, la quale ha ribattezzato la chiesa di Tokali "la Sistina della Cappadocia". Gli affreschi sono tornati agli antichi splendori, con i colori vivi dell'azzurro, del rosso, del giallo e dell'arancio.

L'azione di recupero rientra in uno scenario politico più ampio. Come spiega l'Ambasciatore italiano ad Ankara Gianpaolo Scarante, in Turchia il mercato del restauro è appena all'inizio. I reperti archeologici da ripristinare non mancano di certo, e non solo in Cappadocia. Riportare alla luce le città sotterranee e restituire i colori alle antiche chiese scavate nella roccia fa parte del processo di sviluppo economico, dove il turismo occupa una posizione di rilievo.


Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro per FREE LANCE